C.F. 93491330721  -  C.U.U.: UFNOGZ  -  PEC: batf230001@pec.istruzione.it 

Genitori

Search

Previous Next

Progetto Puglia come metafora

 

 

Gli studenti delle classi III Inf B, Itec e Chimica dell’Istituto Panetti Pitagora di Bari intervistano Beppe Lopez

Il 2 maggio 2019 si è concluso nella nostra scuola, con l’intervista a Beppe Lopez, il progetto "Puglia come metafora", organizzato dal CIDI, dall'Assessorato alle culture di Bari e dall' Ufficio Scolastico Regionale per la Puglia. Il progetto ha inteso promuovere lo studio e la conoscenza di autori pugliesi nelle scuole del territorio.

A noi studenti dell’ITT Panetti-Pitagora è stato affidato il libro di Beppe Lopez "Capatosta", romanzo che si svolge nel quartiere Libertà della città, con protagonista una ragazza con una vita travagliata che tenta di affrontare con tutte le sue risorse.

E’ stata occasione per svolgere attività non solo in classe ma anche nel quartiere stesso visto che alcuni studenti provengono proprio da quel quartiere e sono stati per noi punto di riferimento importante. I momenti di riflessione in classe sui pregiudizi riguardanti il quartiere sono stati accompagnati da uscite didattiche, raccolta di fotografie, raccolta di testimonianze, a cominciare da quella della nostra dirigente, anche lei nata nel quartiere Libertà e, ovviamente, lettura e riflessione sugli argomenti trattati dal libro.

A coronamento di tutto il nostro complesso lavoro di studio e di ricerca, che abbiamo documentato in ogni sua parte, è stato invitato a scuola proprio l’autore del romanzo Beppe Lopez, nell’ambito di una giornata che ha creato tanto fermento, attesa, sorpresa, organizzata completamente da noi ragazzi e che si è subito trasformata in una piacevole intervista con momenti formali e informali, grazie alla duttilità dell’autore intervenuto, che abbiamo conosciuto come persona particolarmente versatile.

Ne ha dato ampia dimostrazione durante l'intervista, anche questa strutturata e organizzata dai ragazzi, infatti ogni nostra domanda è stata per lui trampolino per discutere dei più svariati argomenti. Si è rivelato a noi quale persona piacevole nel suo argomentare ed estremamente disponibile, si è messo in gioco con noi senza tirarsi indietro su domande anche di tipo personale, raccontandoci della figura della madre, del suo orientamento politico e di come l’ecclettismo abbia influenzato la sua carriera lavorativa che è stata variegate e mai ripetitiva, di come abbia abbandonato gli studi e si sia costruito la propria cultura da autodidatta, cosa che lo rende artista e non solo letterato.

Sono stati affrontati argomenti di grande spessore riguardanti la società, la differenza tra ciò che è complesso e ciò che è complicato, la posizione della donna definita "ultima tra gli ultimi" nel suo romanzo, che ha poi ampliato con rimandi all’attualità e ai recenti casi di femminicidio.

In un romanzo corale come il suo non poteva mancare una riflessione su tutti i personaggi, espressione di "tutto il bene e il male del mondo", convivenza che ha l'essere umano con la propria parte istintiva e di come grazie alla cultura e all' informazione si possa dominare questa parte e quindi ci ha esortato a studiare, informarci, costruirci una cultura e, soprattutto a leggere per esplorare tante possibilità di vita.

Ci ha condotto in una lettura attenta della società coinvolgendoci e a volte spiazzandoci, come quando alla domanda su quale fosse il suo libro preferito ha risposto " Il manuale di psichiatria" di Fortini.

Come ha voluto poi spiegare questo libro è stato lo strumento per lui per dare un nome alle proprie emozioni e per elaborare il proprio passato.

Ovviamente non sono mancate le nostre domande sull' idioletto presente nel libro, elemento che lo ha reso celebre, ovvero il modo in cui Lopez ha saputo coniugare l'italiano e il dialetto, per conferire veridicità e congruenza al romanzo.

Siamo stati protagonisti in ogni fase di questo progetto e abbiamo avuto la possibilità di confrontarci con il passato e il presente essendo ora più consapevoli della complessità della realtà.

Luigi Zingaro III Chimica

 

 Le fotografie sono state realizzate da Victor Curci III Inf.B, Claudio Cecere III Chimica, Vincenzo Lavopa III Itec

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

  

 

 

 

 

Print Friendly, PDF & Email

Utenti online

We have 32 guests and no members online