C.F. 93491330721  -  C.U.U.: UFNOGZ  -  PEC: batf230001@pec.istruzione.it -  PEObatf230001@istruzione.it  -  TEL: 0805425412 

Genitori

Search

User Rating: 0 / 5

Star InactiveStar InactiveStar InactiveStar InactiveStar Inactive



Nell’ambito del progetto “Educazione alla cittadinanza attiva e responsabilità civica: i ragazzi e i giovani del Municipio II incontrano le istituzioni”, Nove tra i nostri ragazzi del biennio, sono stati partecipi di un percorso formativo e didattico che si concluderà il prossimo 27 Marzo.
L’iniziativa, promossa dal Municipio II in sinergia con le scuole secondarie di 1° e 2° grado del territorio e coordinata dalla cooperativa Progetto Città, nasce dall’idea di accorciare le distanze tra le giovani generazioni e le istituzioni, di contribuire allo sviluppo tra i ragazzi di una maggiore consapevolezza in merito a diritti e doveri dei cittadini e di stimolare la crescita del senso di responsabilità attraverso la promozione e l’educazione alla partecipazione attiva degli studenti alla vita della propria comunità.
Dopo aver preso parte a Laboratori/incontri su cittadinanza attiva e legalità, incentrati soprattutto sulla conoscenza del funzionamento, dei ruoli, delle funzioni e delle competenze in capo alle istituzioni locali e nazionali, i nostri nove studenti hanno vissuto l’emozionante esperienza di una visita a Palazzo Montecitorio, assistendo in diretta ad una discussione parlamentare su una proposta di legge.
Quanto vissuto dai nostri studenti ha rappresentato una bellissima occasione per rinsaldare le fondamenta della nostra Democrazia e ha avuto la precisa volontà di coltivare il futuro a partire dai valori costituzionali e dalle regole.

Print Friendly, PDF & Email

User Rating: 0 / 5

Star InactiveStar InactiveStar InactiveStar InactiveStar Inactive

ALTERNANZA SCUOLA-LAVORO AS 2016-17

SVILUPPIAMO UNA COMUNITA’ RESILIENTE

Innovazione didattica è anche formare i giovani studenti al senso civico di Protezione Civile. Dall’incontro fra l’ANCI Puglia e l’IISS “Panetti-Pitagora” nasce un percorso di Alternanza Scuola-Lavoro unico nel suo genere e che mira a creare competenze fondamentali per sostenere i Comuni pugliesi in caso di bisogno. L’attività di formazione di Protezione Civile intende contribuire a sviluppare nei giovani cittadini quel processo di “resilienza” che aiuti loro a sentirsi parte integrante di un territorio e di una comunità, con una sensibilità spiccata verso i bisogni dell’ambiente e dei cittadini.

Giovedì, 6 marzo 2017 alle 18,00, presso l’auditorium del Polo Tecnologico “Panetti-Pitagora” in via Re David, 186 a Bari, il progetto sarà presentato ai ragazzi e alle loro famiglie.

Interverranno:

  • Dott. Antonio d'ITOLLO-USR Puglia
  • S.E. Marilisa MAGNO-PREFETTO UTG BARI
  • Ing. Antonio DECARO-SINDACO di BARI
  • Sen. Luigi PERRONE-PRESIDENTE ANCI PUGLIA
  • Dott. Ruggiero MENNEA-PRESIDENTE COMITATO PERMANENTE DI PROTEZIONE CIVILE REGIONE PUGLIA
  • Dott. Antonio NUNZIANTE -VICE PRESIDENTE DELLA GIUNTA REGIONALE PUGLIA ASSESSORE con DELEGA alla PROTEZIONE CIVILE 
  • Ing. Lucia DI LAURO-DIRIGENTE SEZIONE REGIONE PUGLIA PROTEZIONE CIVILE
  • Dott.Giovanni de TRIZIO -REFERENTE REGIONALE ANCI PROTEZIONE CIVILE PROGETTO ALTERNANZA SCUOLA/LAVORO
  • Dott.ssa Consiglia MARGIOTTA-PRESIDENTE CROCE ROSSA ITALIANA - Comitato BARI
  • Valentina ALBANESE-Istruttrice
  •  Giorgio GAMMAROTTA-Istruttore
  • D.ssa Rossella COLONNA-PRESIDENTE PSICOLOGI per i POPOLI
  • PRESIDENTE COORDINAMENTO PROVINCIALE BARI
  • REFERENTE OPERATIVO PROTEZIONE CIVILE COMUNE di BARI
  • Comando Stazione CARABINIERI
  • Dott. Carmine ESPOSITO-Questura di Bari
  • Comando Provinciale Corpo dei Vigili del Fuoco
  • Direzione ASL BA
  • Dott. Gaetano DI PIETRO-Direzione SO 118

Protezione Civile non è soltanto l’intervento di emergenza in situazioni a rischio come terremoti, inondazioni o eventi climatici straordinari, ma anche osservazione costante del territorio e delle necessità delle sue comunità. Gli operatori di Protezione Civile sanno muoversi in sicurezza in qualsiasi scenario, dalla terraferma con i suoi argini, terreni sconnessi, rupestri e impervi, all’acqua e quindi mare, fiumi, laghi, dighe, ecc.

L’idea di formare i ragazzi a una mentalità solidale, fornendo loro concrete competenze utili a soccorrere persone in difficoltà, a ricercare persone scomparse o al controllo del territorio, consente la costruzione di una società altruista e di una civiltà partecipata. L’obiettivo è promuovere la cultura della prevenzione, della previsione e della protezione. L’Alternanza Scuola Lavoro rappresenta un validissimo strumento per invogliare i giovani a diventare Operatore Volontario di Protezione Civile (OVPC), un professionista qualificato che coniuga competenza di soccorritore con conoscenze specifiche nell’ambito della Sicurezza.

Bene si prestano i ragazzi del Polo Tecnologico “Panetti-Pitagora” che, essendo specialisti in Tecnologie Digitali, possono mettere a frutto le competenze maturate a scuola rendendole disponibili in operazioni di soccorso e di monitoraggio e salvaguardia del territorio.

I ragazzi saranno inseriti gradualmente in un percorso formativo ed esperienziale che li aiuterà a diventare grandi e consapevoli del loro ruolo all’interno della società.

Print Friendly, PDF & Email

User Rating: 4 / 5

Star ActiveStar ActiveStar ActiveStar ActiveStar Inactive

 


Il 9 e 10 marzo 2017, presso il Museo Tecnologico dell’IISS “Panetti – Pitagora”, si terrà il seminario “Laboratory day: esperienze sm@rt”, nell'ambito delle iniziative della nostra scuola per la diffusione della cultura scientifica e tecnologica. Il seminario approfondirà il tema: “dalla misurazione online alle esperienze con i sensori, utilizzando tablet e smartphone quali strumenti didattici”.

Parteciperà al seminario il dottor Luigi Fontana, CEO di Elitalia srl, azienda italiana che dal 1982 si occupa di apparati scientifici per la didattica e rivenditore esclusivo della società leader mondiale, PASCO scientific.

Il seminario sarà realizzato attraverso un percorso esperienziale con riferimento alla  chimica, fisica, biologia per docenti delle scuole di ogni ordine e grado.

Il seminario è rivolto ai docenti di scuole primarie e secondarie al fine di aprire nuovi scenari nella didattica delle materie scientifiche attraverso l'uso delle materie digitali.

Per realizzare il seminario con esperienze calibrate, sono previste due sessioni di lavoro distinte:

 

1.             9 marzo dalle 15:30 – 18:30 scuole primarie e secondarie di primo grado,

 

2.             10 marzo dalle 15:30 – 18:30 scuole secondarie di secondo grado.

 

Print Friendly, PDF & Email
Previous Next

User Rating: 0 / 5

Star InactiveStar InactiveStar InactiveStar InactiveStar Inactive

 

 

 

Sabato 11 febbraio, i ragazzi del corso d’Informatica della sede Panetti, hanno partecipato all’evento Cyber Security presso la Scuola Open Source di Bari. A tenere una magistrale lezione teorico-pratica sulle metodologie di Penetration Testing and Vulnerability Assessment è stato Antonio Blescia, un ex-studente del corso d’Informatica, oggi fra i massimi esperti in città di Sicurezza e Tecnologie Digitali.

 

Ad accompagnare i futuri analisti-programmatori sono stati i docenti Antonio Curci, Annarita Gabriele e Lucia Izzi che, nella circostanza, ha avuto il privilegio di vedere all’opera 3 generazioni di suoi studenti: quelli attuali, il docente formatore Antonio Blescia e il prof. Antonio Curci, oggi suo collega di corso.

Questa è la scuola che funziona, che sforna menti brillanti e personalità eclettiche, ma soprattutto persone generose, capaci di condividere e riversare le proprie conoscenze ai giovani studenti che in tal modo possono percepire come si evolve negli anni la formazione ricevuta a scuola. Oggi studenti, domani professionisti seri, autorevoli e ricercati, proprio come Antonio Blescia che ha ben raccontato la sua esperienza di studente prima e professionista poi, senza mai soffrire l’atroce limbo della disoccupazione.

 

 

Si è parlato di Cyber Security e di quanto siano vulnerabili i nostri computer e la nostra rete. I cosiddetti hackers con la loro attività illegale rubano dati sensibili e segreti industriali, fino a penetrare nella sfera personale di ignari navigatori, mettendo in serio pericolo le loro vite, soprattutto quelle dei minori.

Blescia ha mostrato, con dovizia di particolari, le tecniche più sofisticate utilizzate dai malintenzionati, mostrando come le competenze acquisite a scuola possono essere utilizzate per difendersi e smascherare coloro che perpetrano reati online.

Per coloro che iniziano ora il corso di studi in Informatica le prospettive lavorative sono molto interessanti e il futuro decisamente roseo

 

 

Occhi sgranati e tanto interesse da parte dei giovani programmatori che si sono entusiasmati nel vedere simulato il lavoro di un black hat (hacker non etico) e quello di un white hat (hacker etico) che ha la missione sociale di difendere la rete. Chi commette reati digitali, non resta impunito. C’è sempre un professionista in grado di smascherarlo. Nel mezzo c’è la povera gente che deve imparare ad essere prudente, se intende sopravvivere alle insidie di Internet. Lavorare nel settore della Cyber Security significa lavorare  in una delle tante branche dell’Informatica, disciplina  che offre una scelta occupazionale molto variegata. La professione di informatico ha il pregio di accendere la passione e la voglia di superarsi, di comprendere e governare l’evoluzione digitale. Per questo chi opera in questo settore considera il proprio lavoro ben oltre una semplice professione.

 

Tempo scaduto. Sono le 13 e bisogna tornare a casa, ma Antonio Blescia viene circondato dai ragazzi che lo tempestano di domande e richieste di chiarimenti. Questa è la scuola che funziona, quella cioè che tiene i ragazzi incollati alle attività anche se è sabato e l’ora impone che la settimana è finita. Arrivederci a tutti… Ma nessun timore, lunedì si ricomincia, tanto la scuola, quella bella, fatta di rapporti autentici e incontri stimolanti, per fortuna, non finisce mai. Parola di tre generazioni di studenti a confronto.

 

Print Friendly, PDF & Email
Previous Next

User Rating: 0 / 5

Star InactiveStar InactiveStar InactiveStar InactiveStar Inactive

 

Sabato  11 febbraio, viaggio nella memoria al Museo civico di Bari. Le classi 3^ e 4^itcm  e la 2E hanno partecipato con i docenti Giovanna Adamo, Antonella Di Lillo, Mariella Genovese  e Ronchi ad un'esperienza coinvolgente di conoscenza che ha unito la Storia, la Chimica e l'Arte, ispirandosi a Primo Levi e al suo romanzo "Il sistema periodico". La diversità è un patrimonio da valorizzare come i diversi  elementi della tavola periodica che a seconda della loro combinazione prendono molteplici direzioni. Un principio che è alla base dell'esistenza stessa. I ragazzi si trovano di fronte al compito difficile e affascinante di scoprire oltre il sentito dire e lo stereotipo. Così insieme a Tony Rizzo fotoreporter e giornalista italo-inglese con radici israelite, Caterina Didonna della  Accademia di belle arti di Bari e i ricercatori dell'Istituto per i processi chimici-fisici del CNR presso l'Università di Bari diretto dal professor Massimo Trotta Docente di Chimica, sono state create le condizioni per lavorare in entusiasmanti laboratori di chimica, in cui i ragazzi si sono scatenati in una vivace gara di saperi chimici sperimentando soprattutto la responsabilità del proprio sapere verso se stessi e gli altri.
L'iniziativa "Tracce nella memoria" promossa dall'Ansi con il patrocinio della Regione Puglia, coinvolgendo le scuole ha permesso agli studenti di dare un inedito senso alla Shoah.

Print Friendly, PDF & Email

Utenti online

We have 48 guests and no members online