C.F. 93491330721  -  C.U.U.: UFNOGZ  -  PEC: batf230001@pec.istruzione.it 

Genitori

Search

Previous Next

User Rating: 0 / 5

Star InactiveStar InactiveStar InactiveStar InactiveStar Inactive

 

 

 

Sabato 11 febbraio, i ragazzi del corso d’Informatica della sede Panetti, hanno partecipato all’evento Cyber Security presso la Scuola Open Source di Bari. A tenere una magistrale lezione teorico-pratica sulle metodologie di Penetration Testing and Vulnerability Assessment è stato Antonio Blescia, un ex-studente del corso d’Informatica, oggi fra i massimi esperti in città di Sicurezza e Tecnologie Digitali.

 

Ad accompagnare i futuri analisti-programmatori sono stati i docenti Antonio Curci, Annarita Gabriele e Lucia Izzi che, nella circostanza, ha avuto il privilegio di vedere all’opera 3 generazioni di suoi studenti: quelli attuali, il docente formatore Antonio Blescia e il prof. Antonio Curci, oggi suo collega di corso.

Questa è la scuola che funziona, che sforna menti brillanti e personalità eclettiche, ma soprattutto persone generose, capaci di condividere e riversare le proprie conoscenze ai giovani studenti che in tal modo possono percepire come si evolve negli anni la formazione ricevuta a scuola. Oggi studenti, domani professionisti seri, autorevoli e ricercati, proprio come Antonio Blescia che ha ben raccontato la sua esperienza di studente prima e professionista poi, senza mai soffrire l’atroce limbo della disoccupazione.

 

 

Si è parlato di Cyber Security e di quanto siano vulnerabili i nostri computer e la nostra rete. I cosiddetti hackers con la loro attività illegale rubano dati sensibili e segreti industriali, fino a penetrare nella sfera personale di ignari navigatori, mettendo in serio pericolo le loro vite, soprattutto quelle dei minori.

Blescia ha mostrato, con dovizia di particolari, le tecniche più sofisticate utilizzate dai malintenzionati, mostrando come le competenze acquisite a scuola possono essere utilizzate per difendersi e smascherare coloro che perpetrano reati online.

Per coloro che iniziano ora il corso di studi in Informatica le prospettive lavorative sono molto interessanti e il futuro decisamente roseo

 

 

Occhi sgranati e tanto interesse da parte dei giovani programmatori che si sono entusiasmati nel vedere simulato il lavoro di un black hat (hacker non etico) e quello di un white hat (hacker etico) che ha la missione sociale di difendere la rete. Chi commette reati digitali, non resta impunito. C’è sempre un professionista in grado di smascherarlo. Nel mezzo c’è la povera gente che deve imparare ad essere prudente, se intende sopravvivere alle insidie di Internet. Lavorare nel settore della Cyber Security significa lavorare  in una delle tante branche dell’Informatica, disciplina  che offre una scelta occupazionale molto variegata. La professione di informatico ha il pregio di accendere la passione e la voglia di superarsi, di comprendere e governare l’evoluzione digitale. Per questo chi opera in questo settore considera il proprio lavoro ben oltre una semplice professione.

 

Tempo scaduto. Sono le 13 e bisogna tornare a casa, ma Antonio Blescia viene circondato dai ragazzi che lo tempestano di domande e richieste di chiarimenti. Questa è la scuola che funziona, quella cioè che tiene i ragazzi incollati alle attività anche se è sabato e l’ora impone che la settimana è finita. Arrivederci a tutti… Ma nessun timore, lunedì si ricomincia, tanto la scuola, quella bella, fatta di rapporti autentici e incontri stimolanti, per fortuna, non finisce mai. Parola di tre generazioni di studenti a confronto.

 

Print Friendly, PDF & Email
Previous Next

User Rating: 0 / 5

Star InactiveStar InactiveStar InactiveStar InactiveStar Inactive

 

Sabato  11 febbraio, viaggio nella memoria al Museo civico di Bari. Le classi 3^ e 4^itcm  e la 2E hanno partecipato con i docenti Giovanna Adamo, Antonella Di Lillo, Mariella Genovese  e Ronchi ad un'esperienza coinvolgente di conoscenza che ha unito la Storia, la Chimica e l'Arte, ispirandosi a Primo Levi e al suo romanzo "Il sistema periodico". La diversità è un patrimonio da valorizzare come i diversi  elementi della tavola periodica che a seconda della loro combinazione prendono molteplici direzioni. Un principio che è alla base dell'esistenza stessa. I ragazzi si trovano di fronte al compito difficile e affascinante di scoprire oltre il sentito dire e lo stereotipo. Così insieme a Tony Rizzo fotoreporter e giornalista italo-inglese con radici israelite, Caterina Didonna della  Accademia di belle arti di Bari e i ricercatori dell'Istituto per i processi chimici-fisici del CNR presso l'Università di Bari diretto dal professor Massimo Trotta Docente di Chimica, sono state create le condizioni per lavorare in entusiasmanti laboratori di chimica, in cui i ragazzi si sono scatenati in una vivace gara di saperi chimici sperimentando soprattutto la responsabilità del proprio sapere verso se stessi e gli altri.
L'iniziativa "Tracce nella memoria" promossa dall'Ansi con il patrocinio della Regione Puglia, coinvolgendo le scuole ha permesso agli studenti di dare un inedito senso alla Shoah.

Print Friendly, PDF & Email

User Rating: 0 / 5

Star InactiveStar InactiveStar InactiveStar InactiveStar Inactive

 

 

 

Sabato 11 febbraio 2017, dalle 9.00 alle 13.00 gli studenti delle due quinte e della terza A del corso di Informatica del Panetti, parteciperanno al seminario "SOS Cyber Security-La nobile arte dell'exploiting" organizzato da "La Scuola Open Source" di Bari, una start up orientata all’innovazione sociale e tecnologica, attraverso attività didattiche, culturali e di ricerca.

L'incontro sarà tenuto da Antonio Blescia, ex studente d'Informatica del Panetti e ricercatore freelance nell’ambito delle Nuove Tecnologie digitali. Blescia mostrerà esempi pratici sulle tecniche di exploiting XSS (Cross Site Scripting). La partecipazione delle classi rientra nell'ambito dei percorsi di Alternanza Scuola Lavoro posti in essere dall’Istituto in collaborazione con le aziende.

In tutti i settori dell'economia, della finanza e delle istituzioni pubbliche e private, la cyber security è un tema parecchio importante. Purtroppo si parla di sicurezza informatica sempre e soltanto dopo l’avvenuto attacco di hackers ad un grande gruppo privato o ente pubblico. In genere i danni sono notevoli a causa di furti di dati e/o segreti industriali.

La prevenzione è fondamentale per qualsiasi realtà amministrativa, politica o produttiva. L'evento intende dimostrare e sottolineare l'assoluta importanza della disciplina e quanto sia attuale e strategica la professione di chi è chiamato a proteggere i dati di aziende o di enti governativi. 

Questo è il programma della mattinata: 

 

• dalle 9.00 alle 9.30 presentazione del corso e scambio di esperienze;

• dalle 9.30 alle 10.30 cyber security e le sue figure professionali;

• dalle 10.30 alle 10.45 breve pausa;

• dalle 10.45 alle 12.00 esempi pratici, exploiting dei 3 tipi di XSSx;

• dalle 12.00 alle 13.00 exploiting in live di una web app.

 

Print Friendly, PDF & Email

User Rating: 0 / 5

Star InactiveStar InactiveStar InactiveStar InactiveStar Inactive

 

I ragazzi della quarta ad indirizzo chimico sono impegnati nella seconda delle tre settimane di alternanza scuola-lavoro previste presso i laboratori della SAMER, azienda speciale della Camera di Commercio di Bari.

Qui fanno analisi su matrici reali, essenzialmente olio e acqua, ma anche alimenti in barattolo, terreni e reflui, coadiuvando i tecnici del laboratorio nell'uso di strumentazioni anche sofisticate, per verificare la genuinità degli alimenti, che arrivano anche sulle nostre tavole, l'efficenza degli impianti di depurazione e la eventuale presenza nel terreno di metalli pesanti.

Così gli studenti entrano in contatto con una importante realtà lavorativa per i chimici futuri!

 

 

 

 

Print Friendly, PDF & Email

User Rating: 0 / 5

Star InactiveStar InactiveStar InactiveStar InactiveStar Inactive

Si invita tutta la comunità scolastica a partecipare alla raccolta di sangue

che si terrà venerdì 3 febbraio nel cortile della nostra Scuola

ove sarà presente l'autoemoteca con il personale della Fidas dalle 8:30 alle 11:30

Print Friendly, PDF & Email

Utenti online

We have 24 guests and no members online